19 Jun 2020 | Stefano Ruffino

Turismo: Marketing Last Minute

Se la tua azienda opera nel settore turistico, che sia un albergo, un campeggio, un ristorante o una struttura che offre servizi collegati al mondo dei viaggi, avrai osservato quanto, negli ultimi anni, portali come Booking o Tripadvisor abbiano saputo focalizzare l’attenzione di tutto il movimento turistico fino ad essere considerati un elemento prioritario.

Il mondo del fai da te, cresce in maniera esponenziale e, a differenza del turista che sceglie i viaggi organizzati nelle agenzie per non dover pensare ad altro che rilassarsi e divertirsi, si affida in tutto e per tutto proprio ai portali online per pianificare le proprie vacanze.

Da oltre 20 anni, si sono sviluppati i “pacchetti completi” che hanno consentito all’utenza vacanze da sogno che solo un certo turismo d’élite prima poteva permettersi. Il pacchetto preconfezionato veniva così acquistato senza variazioni di programma che ne personalizzassero il viaggio. Per parecchi anni questa formula ha funzionato benissimo con sommo piacere di tutti: le strutture, i portali e i turisti.

width: auto

 

Ultimamente sta accadendo che il popolo del fai da te ha cambiato atteggiamento nei confronti dei portali online, perché l’omologazione del “all inclusive” comincia a starle stretta. Sempre grazie al mondo del web, l’utenza ha capito che si può personalizzare un viaggio o una vacanza distaccandosi dalla soluzione format per dare spazio alle proprie esigenze, aumentando la qualità del viaggio, ma sempre con la possibilità di restare dentro budget più contenuti. Si sta così assistendo ad una tendenza del viaggiare più spesso magari per periodi più brevi ma di maggiore livello. Alcune circostanze positive sono legate ai periodi di bassa e alta stagione che, compatibilmente con gli impegni della scuola per i ragazzi e lavorativi per i genitori, vedono sempre più spesso la concreta possibilità di non affollare proprio l’alta stagione a tutto vantaggio di prezzi più convenienti fino al 50%.

Scegliere una vacanza personalizzata significa informarsi e venire a contatto diretto con le strutture. Esattamente quello che gli operatori volevano. Non più essere indirizzati dai portali, ma gestire i clienti con le proprie “mani”. Questo significa che le strutture ricettive devono ripensare alla propria comunicazione online per rispondere al meglio alle richieste del turista.

Vuoi migliorare la tua offerta turistica?

Tieni presente che:

  • Tutte le persone che sono in viaggio si connettono da mobile durante il soggiorno
  • Tutte le persone che viaggiano prenotano online almeno una volta l’anno
  • La metà delle persone che viaggiano acquistano anche online
  • La metà delle persone che viaggiano cercano prima i luoghi di vacanza online

Ecco alcuni spunti pratici per fare la differenza:

  • AGGIORNARE LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DEL CLIENTE: Valutare quali sono le esigenze del cliente e creare delle soluzioni o dei servizi innovativi che permettono alla tua attività di spiccare tra le altre offerte.
  • RACCONTARE IL TERRITORIO: La trasformazione consiste nel guardarsi intorno e cercare partnership con altre attività per creare un’offerta diretta e non banale. Come ad esempio accessi esclusivi a luoghi naturalistici, escursioni presso aziende locali di prodotti tipici, attività culturali, sportive, gastronomiche, fiere ed eventi anche di piccola portata. Un’altra bella idea è offrire il noleggio del motoscafo per le tue escursioni sul lago, dove troverai personale che ti indicherà i luoghi più attraenti come ristoranti romantici, locali per il divertimento notturno.
  • TENERE AGGIORNATO IL SITO WEB: Fruibilità massima da mobile e trasformazione da sito vetrina a sito interattivo. Risposte immediate agli utenti con una live-chat, privilegiare i contenuti video a quelli testuali in tutte le pagine dalla pagina Chi Siamo, a simpatiche video recensioni con la clientela, dalle località circostanti alle attività sportive, valorizzando le caratteristiche uniche che il territorio può offrire.
  • DIALOGARE CON L’AMMINISTRAZIONE LOCALE: attraverso le organizzazioni settoriali per impostare una strategia a propensione turistica che crei canali preferenziali per i propri ospiti, in corrispondenza di eventi particolari di respiro internazionale come ad esempio il Festival del cinema di Locarno.

 

Il distacco dai grandi portali o quantomeno una certa autonomia da essi da una parte potrebbe avere riflessi negativi, ma se correttamente gestito, può alzare il livello qualitativo dell’offerta, con un conseguente vantaggio per la singola attività.

 

Ti piacerebbe avere altri suggerimenti? Siamo qui per far crescere il tuo business!

Richiedi la tua analisi di marketing per ottenere la tua strategia personalizzata.

 

 


Iscriviti alla nostra Newsletter!