22 Nov 2018 | Sonia Berrera

Dietro le quinte del Black Friday

Anche quest’anno il Black Friday è alle porte e con la sua portata mediatica condiziona la nostra mente in vista dei prossimi acquisti prenatalizi. Come è nato? Come sta cambiando oggi? E soprattutto come possiamo trarre vantaggio per la nostra attività commerciale in questo giorno così tanto atteso?

 

Come è nato?

Dagli anni ottanta ad oggi il Black Friday (venerdì nero) è il giorno successivo al giorno del ringraziamento negli USA ed è il giorno che tradizionalmente è il giorno in cui iniziano gli acquisti natalizi.

Sulla scelta del nome ci sono diverse correnti di pensiero, potrebbe derivare dal fatto che il traffico per raggiungere i negozi è talmente congestionato da essere considerato “nero”, oppure dal fatto che i commercianti che registravano sui libri contabili gli incassi con il colore nero (e invece le perdite nel colore rosso), in quel giorno il colore predominante diventava il nero per il record di incassi.

 

Come sta cambiando oggi?

Negli Stati Uniti il fenomeno è nato con una corsa agli sconti nel vero senso della parola. Addirittura, la notte prima molti clienti in tutti questi anni si sono accampati fuori dai negozi delle catene più importanti per essere i primi clienti all’apertura. Negli altri paesi invece il Black Friday spesso viene associato agli sconti folli online relativi a quel singolo giorno.

In realtà al giorno d’oggi molte catene propongono nei propri punti vendita gli sconti sulla “settimana del Black Friday” altre sfruttano un periodo più lungo. La corsa agli sconti risulta quindi meno frenetica e tocca diverse categorie di prodotti.

 

Come possiamo utilizzare questo periodo per la nostra attività commerciale?

La strategia nella strategia.

Se la tua attività prevede la vendita di prodotti, il Black Friday è sicuramente un’occasione da non perdere! Non tutti i negozi aderiscono a questa iniziativa per cui è necessario far sapere al cliente che il nostro punto vendita è tra quelli che possono dare questo vantaggio al cliente.

Oltre i manifesti sulla vetrina che sono il punto di partenza, è utile informare i clienti sulle piattaforme social, inviare una newsletter a tutti i clienti già acquisiti e, a seconda della specifica realtà aziendale è consigliabile la classica promozione su giornali e radio.

È molto importante la cura della grafica e dei contenuti del messaggio dato che dovrà colpire con la sua creatività i destinatari tra tanti altri messaggi simili di altre aziende.

Un ultimo consiglio (ma non meno importante) è quello di scegliere una durata definita dell’offerta, in modo che la scadenza dell’offerta possa rendere attuale e più appetibile la promozione.

Poi il lunedì dopo abbiamo il Cyber Monday… ma questa è un’altra storia…

 


Iscriviti alla nostra Newsletter!